Lo scambio delle fedi nuziali: storia del gesto più significativo del matrimonio

Lo scambio delle fedi nuziali: storia del gesto più significativo del matrimonio

 

In pochi sanno che gli anelli (dal latino “anulus”), simboli di fedeltà e amore eterno, abbiano origini antiche -anzi antichissime. E’ proprio la loro forma circolare a suggerire un’idea di eternità: il cerchio senza inizio né fine ha da sempre rappresentato il ripetersi di un ciclo, dunque allude alla forza spirituale e all’inscindibilità del legame di una coppia di sposi.
“Fidem” è un termine latino traducibile con “fiducia”: è su di essa che si costruiscono le basi di una relazione duratura. Non è casuale, tra l’altro, la scelta
dell’anulare: nei tempi antichi, più precisamente in epoca egizia, vigeva una credenza secondo la quale in esso era nascosta una piccola arteria, la “vena amoris”, dalla quale i sentimenti della coppia giungevano direttamente al cuore. Per i cristiani, invece, l’anulare era un dito sacro in quanto era il primo a sfiorare la fronte dei fedeli durante il segno della croce.
Anche l’oro delle vere è carico di simbolismo: sempre secondo la tradizione cristiana esso è di buon auspicio, in quanto prefigura l’amore, l’amicizia, la stabilità di un’unione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*